Allestimento Stand


Aspetti da considerare nell’allestimento stand

Non tutti sanno quanto conti realmente gestire un allestimento stand, per poi vederlo concretizzato durante eventi di gran rilievo, come feste o fiere, motivo per cui, cercherò in qualche modo di farti scoprire la mia realtà lavorativa e di offrirti consigli di grande utilità.

Mi occupo ormai da svariati anni di allestimento stand Torino, garantendo ad ogni cliente, tutta una serie di servizi impeccabili, ma amo al tempo stesso anche tenermi aggiornata e grazie alla mia attività ed al confronto con le varie utenze, in questi anni ho scoperto segreti che mi consentono ogni giorno di superare brillantemente ogni tipologia di richiesta.

9-aspetti-da-considerare-nellallestimento-di-uno-standPrendiamo l’esempio di una fiera, si tratta senza dubbio di un evento importante, dove l’elemento principale, per far si che i visitatori si possano fermare al tuo stand è sicuramente quello dell’esposizione; devi curare il design, perché in un certo senso ti aiuterà a comunicare.

Il tuo obiettivo dev’essere quello di stupire i potenziali clienti, ancor prima di farli arrivare a te per chiedere eventuali informazioni; il tuo messaggio deve trasparire anche e soprattutto nel design dello stand, in questo modo tutto sarà più semplice ed efficace.

Trucchi e segreti per uno stand impeccabile

Entriamo subito nel dettaglio, è giunto il momento di fare sul serio, ecco dunque tutti gli aspetti che curo giornalmente, cerchiamo dunque di fare grande attenzione.

  • Design è comunicazione: ebbene si, come vi ho accennato precedentemente, il design è fondamentale ed in un certo senso, dovrà richiamare non solo il prodotto offerto, ma anche l’idea che lo contraddistingue. Il visitatore dev’essere incuriosito, una fase del genere è fondamentale ed il più delle volte la creatività gioca un ruolo chiave.
  • Essere semplici o sofisticati: tra le due opzioni ho sempre scelto la prima, un messaggio chiaro e di grande impatto diviene una sorta di biglietto da visita, che l’osservatore può notare sin da subito. La soluzione è questa, semplice ed intuitiva, solo così si potrà arrivare al cuore ed alla mente delle persone, che ne vorranno sapere ancor più!
  • Il messaggio è la chiave: amo battere su questo punto perché l’allestimento stand si compone di tanti aspetti, dove la comunicazione gioca un ruolo fondamentale; la chiave è senza dubbio quella di andare a creare uno slogan che risponda in primis alle esigenze del potenziale cliente, ma che al tempo stesso si presenti accattivante, a tal punto da restare impresso e divenire quasi un tormentone.
  • Essere troppo tecnici non aiuta: bisogna sempre entrare nell’ottica che un messaggio deve arrivare a qualunque tipologia di persona, motivo per cui, è bene evitare di essere troppo tecnici, perché il prodotto offerto deve arrivare a tutti e non solo ad imprenditori del settore, che magari ne sanno già molto a riguardo.
  • I colori sono vita: io personalmente quando mi occupo di allestimento stand Torino, consiglio vivamente di optare per scelte cromatiche che riescano a fondersi tra loro, senza disturbare l’occhio del visitatore. Anche la stampa degli allestimenti, ad esempio, dev’essere di ottima qualità, altrimenti tutto il lavoro di studio andrà a monte ed il risultato non sarà certo quello che ci aspettavamo realmente.
  • Occhio ai materiali: io personalmente scelgo sempre di puntare su materiali di ottima qualità, semplicemente perché assicurano maggior stabilità e durano tranquillamente nel tempo, al contrario, se si cerca di risparmiare, magari investendo su materiali economici, l’insidia sarà sempre dietro l’angolo e quando si parla di allestire uno stand, questo non deve affatto accadere.
  • Lo stand deve essere riconoscibile: mi rifaccio un po’ agli aspetti iniziali ed a mio avviso, presentarsi con uno stand anonimo non ha senso, ma sarà opportuno scegliere con criterio anche alcuni dettagli, come ad esempio adesivi che ne andranno a rafforzare ancor più la brand identity.
  • Davvero niente male nemmeno le decorazioni naturali, che in un certo senso vengono viste dal pubblico come elementi di grande originalità; insomma va ricordato che il primo impatto è senza dubbio quello decisivo.
  • Assicurati che rispecchi i valori aziendali: a volte non basta solo lo stand, ma creare un qualcosa di unico, supportato da ottime idee può significare tanto; un chiaro esempio è quello di offrire gadget a chiunque arrivi a voi, a volte bastano anche piccole idee, ma è opportuno che su ognuna di esse sia presente il vostro brand, perché sarà proprio quello ad accendere curiosità nel tempo.
  • Lo stand deve essere visibile: questo significa che per creare un prodotto valido è opportuno anche curare al meglio i giochi di luce, non solo al fine di mettere in evidenza il prodotto, ma anche di creare un’atmosfera amichevole nei confronti dell’utente.

Quali sono le strutture migliori per uno stand?

Come avrai ben capito, il giusto allestimento stand comporta studio, organizzazione ed anche una gran bella dose di creatività, ma ancor più importante sarà studiarne la struttura e tutte quelle componenti che possono variare in base ai materiali scelti.

Uno stand in effetti si compone di:

  • Isole promozionali;
  • Desk informativo;
  • Espositori classici;
  • Espositori per materiale video;
  • Porta dépliant e tanto altro ancora.

Solitamente curo ogni dettaglio passando soprattutto per gli accessori, ma al tempo stesso se dovessi consigliare un materiale giusto per dar vita ad uno stand di ottima fattura, io non posso far altro che consigliare il PVC, così come anche l’alluminio, perché in grado di offrire resistenza, adattabilità e garantiscono una semplicità unica nel montaggio!